Amputazione degli arti - Interventi demolitivi

Una delle possibili complicanze nei pazienti affetti da arteriopatia ostruttiva cronica periferica (A.O.C.P.) è la comparsa di gangrena, ovvero la morte dei tessuti per mancato afflusso di sangue. Il quadro patologico è generalmente localizzato agli arti inferiori: il decorso è frequentemente lento, iniziando con la comparsa di piccole lesioni necrotiche limitate alla punta delle dita per poi estendersi via via al dorso e alla pianta del piede o alle altre parti dell'arto.
 I fattori che possono aggravare una situazione di arteriopatia periferica cronica sono:
• fumo di sigaretta;
• diabete scompensato;
• ischemie acute con esito di gangrena.


Pronto soccorso
Argomenti gastro-enterologia
Argomenti diabetologia
Argomenti cardiologia
Argomenti endo-crinologia

Urologia
Nefrologia

Aritmie

Indicazioni all'intervento chirurgico

L'indicazione all'intervento chirurgico è posta dallo specialista in base a:

• estensione della gangrena;
• trattamento medico farmacologico non efficace;
• trattamento chirurgico non possibile per flusso arterioso marcatamente ridotto o assente a livello della lesione gangrenosa.
 
L'intervento chirurgico d'amputazione è un intervento demolitivo, e può essere eseguito a livelli diversi in relazione all'estensione della gangrena:
• digitale (delle dita);
• transmetatarsale;
• di gamba (sotto il ginocchio);
• di coscia (sopra il ginocchio);
• disarticolazione dell'anca.
 

Il paziente sottoposto a intervento chirurgico di amputazione può essere operato in anestesia spinale a eccezione dell'amputazione digitale; in tal caso può essere necessaria solo un'anestesia locale. Per le amputazioni ai livelli più prossimali (coscia e gamba) è di fondamentale importanza sottolineare la necessità di un'impegnativa riabilitazione motoria ed eventualmente l'utilizzo di una protesi
 artificiale


Possibili effetti indesiderati dell'amputazione

Le complicanze a distanza comprendono:
• infezione del moncone;
• edema del moncone;
• trombosi venosa profonda;
• ulcere da decubito;
• ischemia del moncone.
La mortalità globale dell'intervento chirurgico si aggira intorno al 7% ed è collegata a cause cardiache, polmonari, settiche e cerebrovascolari.
 

Amputazione degli arti - Interventi demolitivi

L'intervento chirurgico di amputazione è un intervento demolitivo che si è reso necessario per il processo necrotico che ha colpito l'arto inferiore. Non è possibile, purtroppo, effettuare delle terapie mediche che possano far riacquistare caratteristiche di vitalità alla parte colpita da gangrena. Inoltre, il perdurare di questa condizione potrebbe compromettere le condizioni generali dell'organismo con conseguenze molto gravi. L'intervento chirurgico di amputazione può essere eseguito a livelli diversi in relazione all'estensione della gangrena:
• digitale (delle dita);
• transmetatarsale;
• di gamba (sotto il ginocchio);
• di coscia (sopra il ginocchio);
• disarticolazione dell'anca.
 
Il dolore postoperatorio è controllato con adeguate terapie antalgiche è di solito è assente o molto modesto.
Le complicanze a distanza possono comprendere:
• infezione del moncone;
• edema del moncone;
• trombosi venosa profonda;
• ulcere da decubito
• ischemia del moncone
La mortalità globale dell’intervento chirurgico si aggira intorno al 7% per cause cardiache, polmonari, settiche e cerebrovascolari.

indice

Altri link in tema di chirurgia vascolare

  • AOCP

  • vene varicose
  • TVP 1, caso clinico

  • TVP 2, clinica e cura