Il paziente con insufficienza  renale cronica, definizione, eziologia

Si definisce IRC un processo fisiopatologico determinato da cause diverse che dura piu' di 3 mesi e determina una riduzione progressiva del numero e della funzionalita' dei nefroni. Tale affezione spesso provoca, nelle manifestazioni cliniche piu' severe, il declino della funzione di filtro del rene, cioe' una malattia renale terminale [end-stage renal disease, ESRD) / ESRD, con perdita irreversibile della funzionalita' renale. Pertanto, una volta persa la funzione di filtro, il paziente rimane in una condizione di "intossicazione" da scorie azotate (creatinina elevata ed azotemia elevata) ed i pazienti diventano dipendenti per tutta la vita dalla terapia sostitutiva della funzione renale (dialisi o trapianto), per evitare lo sviluppo di un'uremia potenzia mente fatale. Si definisce, ancora, "uremia", quella sindrome clinica che riflette una disfunzione di tutti gli organi, causata da insufficienza renale acuta o cronica non trattata o trattata in modo inadeguato.

Epidemiologia

Per eta' e sesso, diremo che l'incidenza aumenta con l'eta', sebbene l'IRC sia osservabile in tutte le fasce di eta'; per sesso non si riscontra differenza in entrambi i sessi. L'IRC ha una prevalenza negli Stati Uniti del 6% degli adulti, per lo meno in forma lieve (IRC lieve, cioe' il tasso di filtrazione glomerulare (glomerular filtration rate GFR e' di 60-90 ml/min per 1,73 m2), mentre un 4,5% della popolazione ha un'IRC da moderata a grave (GFR <60 ml/min per 1,73 m2. L'incidenza della ESRD negli Stati Uniti e' di circa 95 000 nuovi casi ogni anno.

Cause primarie

Diabete (44%)
Ipertensione (27%)
Glomerulonefrite (8%)
Rene policistico (2%)
Altre (18%)

Fattori di rischio

Diabete
Ipertensione
Storia familiare di malattia renale ereditaria
Eta'
Malattie autoimmuni
Precedenti episodi di insufficienza renale acuta

Eziologia

Cause piu' comuni di IRC
Nefropatia diabetica - Causa principale in molte parti del mondo
Nefropatia ipertensiva
Glomerulonefrite
Malattia nefrovascolare (nefropatia ischemica)
Malattia policistica del rene
Nefropatia da reflusso e altre malattie renali congenite
Nefrite interstiziale, compresa la nefropatia da analgesici
Nefropatia associata a HIV
Fallimento di un allotrapianto ("rigetto cronico")
Esposizione a farmaci e tossine

Fisiopatologia

La riduzione della massa renale causa ipertrofia funzionale dei nefroni superstiti, condizione questa che e' funzione mediata da molecole vasoattive, citochine e fattori di crescita. L'ipertrofia dei nefroni e' dovuta inizialmente a iperfiltrazione di adattamento, mediata da aumenti della pressione capillare e del flusso glomerulare. Infine, questi adattamenti a breve termine risultano sfavorevoli, in quanto predispongono alla sclerosi dei nefroni sopravvissuti, con conseguente declino della funzione di filtrazione.

Condizioni associate alla IRC sono

La malattia cardiovascolare che e' quasi sempre associata alla insufficienza renale o che, talora, nelle condizioni di insufficienza di pompa, e' fattore di ulteriore aggravamento del quadro con ritenzione idrica e condizione di edema generalizzato o di edema polmonare. L'IRC e' considerata comunque un fattore di rischio importante di morbilita' e mortalita' cardiovascolare

Classificazione Stadiazione

-A rischio elevato
- GFR >90 ml/min/1,73 m2, con fattori di rischio per l'IRC
-Stadio 1 : danno renale con GFR normale o aumentato
- GFR >90 ml/min/1,73 m2
-Stadio 2: danno renale con GFR leggermente ridotto
- GFR di 60-89 ml/min/1,73 m2
-Stadio 3: GFR moderatamente ridotto
- GFR di 30-59 ml/min/1,73 m2
-Stadio 4: GFR gravemente ridotto
- GFR di 15-29 ml/min/1,73 m2
-Stadio 5: insufficienza renale terminale
- GFR <15 ml/min/1,73 m2, o paziente in dialisi

segue Insufficienza renale cronica