Patologie gastro-enteriche e percentuale di invalidita'

Esempio pratico. Un signore, affetto da celiachia, alto 1,65 e di peso 45 kg, chiede l'invalidita'. Quanto gli spetta? Facciamo un calcolo del suo BMI (indice di massa corporea); esso dipende dalla seguente formula: peso diviso ( altezza x altezza). Nel nostro caso 1.65x1.65=2.72   45kg / 2.72= BMI 16.54. Se andiamo a confrontare le tabelle per la celiachia, avremo  che la tabella prevede una voce

ICD9 CM  - 579.00 2 CELIACHIA REFRATTARIA ALLA DIETA GLUTINO-PRIVA (Gluten-Free-Diet) III CLASSE BMI 17,5-16 41 -50%

Allora potremo assegnare un valore che varia tra 41% e 50%, poiche' il nostro periziando e' magrissimo con BMI di 16.54, possiamo anche contemplare il massimo, cioe' 50% per questa patologia.  Per la valutazione della patologia gastro-enterica e' indispensabile considerare il deterioramento delle condizioni di nutrizione cosi' come espresse dall'indice di massa corporea (BMI).

 

Classi di deterioramento delle condizioni di nutrizione

- I CLASSE BMI>18,5
- II CLASSE 17,5<BMI<18,5
- III CLASSE 16<BMI<17,5
- IV CLASSE BMI < 16

Per il fegato e le epatiti croniche, il problema e' notevole, perche' occorre avere informazioni precise circa le condizioni istologiche del fegato. Per tale motivo vi invitiamo a seguire il link corrispondente, per avere delle idee. Nel paziente cirrotico, inoltre, esistono alcuni parametri da tenere in considerazione per capire come sta evolvendo la patologie. Il paziente presenta ascite? Ha l'albumina a valori molto inferiori rispetto alla norma di 3.5 g/dl? Ha encefalopatia portosistemica? La sua coagulazione, che come sappiamo, e' funzione della sintesi proteica epatica, quali valori di INR presenta? E' itterico?

Epatopatie croniche

Per quanto riguarda la valutazione delle epatopatie croniche l'ecografia epatica con doppler portale aiuta a seguirne l'evoluzione, mostrando la steatosi e il grado di fibrosi fino alla franca cirrosi.La tecnica di valutazione fibro-elastometrica del fegato consente, in via non invasiva, di quantificare con elevata sensibilita' e specificita' l'entita' della fibrosi epatica correlandola allo stadio isto-morfologico METAVIR.

Fibrosi Punteggio Metavir Indice di rigidita' (kPa)

Assente F0 <8.6
Portale F1 <8.6
Pochi setti F2 8.6-9.5
Numerosi setti F3 9.6-14.4
Cirrosi F4 > 14.4
L'eventuale biopsia epatica consente una stadiazione basata sull'indice di attivita' istologica (HAI) secondo il modello Knodell-Ishak, caratterizzato dalla misura dell'attivita' necrotico-infiammatoria (Grading-G) e della fibrosi e rigenerazione nodulare (Staging-S).
 

1) Attivita' necro-infiammatoria (GRADING)
EPATITE PERIPORTALE o
PERISETTALE ("Interface necrosis")
 
pnt NECROSI CON-FLUENTE
("a ponte")
pnt
Assente >0 Assente >0
Lieve (focale, pochi spazi portali) >1 Focale >1
Lieve/moderata (focale > 50% spazi
portali)
>2 Zona 3: necrosi in qualche area >2
Moderata (continua attorno a meno del
50% degli spazi portali o dei setti)
>3 Zona 3: necrosi in numerose aree >3
Severa (continua attorno a piu' del 50%
degli spazi portali o dei setti)
>4 Zona 3: necrosi + bridging porto-centrali occasionali >4
  >5 Zona 3: necrosi + bridging porto-centrali multipli >5
  >6 Necrosi panacinare o multiacinare >6

DEGENERAZIONE
INTRALOBULARE e NECROSI LITICA FOCALE (campo di ingrandimento 10 X)

INFIAMMAZ. PORTALE
ASSENTE Assente >0
un focolaio Lieve >1
da 2 a 4 focolai Moderata >2
da 5 a 10 focolai Moderata/

severa

>3
oltre 10 focolai Severa >4
  grading toale 0-18
2) Alterazione dell'architettura: fibrosi e cirrosi (STAGING)  SCORE
- Non fibrosi >0

- Espansione fibrosa di alcuni spazi portali >1

- Espansione fibrosa di molti spazi portali >2

- Espansione fibrosa di molti spazi portali con occasionale bridging porto-portale >3

- Marcato bridging sia porto-portale che porto-entrale >4

- Marcato bridging con occasionali noduli (cirrosi incompleta) >5

- Cirrosi probabile o definita >6
 
 

Classificazione di Child-Pugh

classe A=5-6, classe B 7-9  - classe C >9

  2 3
encefalopatia grado 1-2 grado 3-4
ascite lieve o controllata con diuretici moderata o refrattaria ai diuretici
albumina 2.8-3.5 g/dl <2.8 g/dl
bilirubina totale 2-3 mg/L >3 mg/L
INR 1.7-2.3 >2.3

 

TABELLA PERCENTUALE DELLE INVALDITA' PER LE PATOLOGIE DELL'APPARATO DIGERENTE

ICD9- CM - Classe Funzionale - Apparato digerente CONDIZIONE CLINICA Min. Max Fisso

750.30 - ATRESIA ESOFAGEA OPERATA CON LIEVE STENOSI RESIDUA DOCUMENTATA (ICLASSE BMI>18,5) - 21 30%

530.30 1- STENOSI ESOFAGEE DI LIEVE ENTITa' CON DISFAGIA PER CIBI SOLIDI E DOLORETORACICO INTERMITTENTE (I CLASSEBMI>18,5): 11- 20%

530.30 2 STENOSI ESOFAGEE DI MEDIA ENTITa'CON DISFAGIA PER CIBI SOLIDI E DOLORETORACICO INTERMITTENTE (II CLASSEBMI 18,5-17,5): 31- 40%

530.30 3 STENOSI ESOFAGEA O ACALASIA CON DISFAGIA COSTANTE PER SOLIDI ESEMILIQUIDI OVVIABILE SOLO CON MANOVRE POSTURALI (III CLASSE BMI 17,5-16)41- 60%

530.30 4 STENOSI ESOFAGEA CON DISFAGIACOMPLETA E ALIMENTAZIONE SOLO LIQUIDA; NECESSITa' DI DILATAZIONI FREQUENTI (III CLASSE BMI 17,5-16)61 -70%

530.30 5 STENOSI ESOFAGEA CON DISFAGIACOSTANTE ALIMENTAZIONE SOLO LIQUIDA; NECESSITa'' DI DILATAZIONI FREQUENTI (IV CLASSE BMI < 16) 71- 80%

530.30 6 STENOSI ESOFAGEA CON OSTRUZIONESERRATA CHE RICHIEDE UNA GASTRO/ENTERO-STOMIA (PEG) (CLASSE V) 100%

530.11 1 ESOFAGITE DA REFLUSSO GASTRO-ESOFAGEO IN ERNIA JATALE 10%

530.11 2 ESOFAGO DI BARRETT IN BASE ALL'ESTENSIONE E ALL'ISTOLOGIA 11- 20%

574.00 CALCOLOSI BILIARE/ESITI COLECISTECTOMIA SENZA COMPROMISSIONE DELLO STATO GENERALE 10%

571.9 1 CIRROSI EPATICA CLASSE A DI CHILD-PUGH (punteggio 5-6) 51- 60%

571.9 2 CIRROSI EPATICA CLASSE B DI CHILD-PUGH (punteggio 7-9) 61- 80%

571.9 3 CIRROSI EPATICA CLASSE C DI CHILD-PUGH (punteggio > 9) 81- 100%

571.40 1 EPATITE CRONICA HBV-HCV CORRELATA (METAVIR F0 o STAGING KNODELL ISHAK0, 1) 11- 20%

571.40 2 EPATITE CRONICA HBV-HCV CORRELATA(METAVIR F1 o STAGING KNODELL ISHAK 2)21- 30%

571.40 3 EPATITE CRONICA HBV-HCV CORRELATA (METAVIR F2 o STAGING KNODELL ISHAK3) 31- 40%

571.40 4 EPATITE CRONICA HBV-HCV CORRELATA (METAVIR F3 o STAGING KNODELL ISHAK4) 41- 50%

571.40 5 EPATITE CRONICA HBV-HCV CORRELATA (METAVIR F4 o STAGING KNODELL ISHAK5-6) 51- 60%

573.80 1 EPATECTOMIA PARZIALE MONO O PLURISEGMENTARIA 11- 20 %

573.80 2 LOBECTOMIA EPATICA DESTRA21- 30%

996.82 1 TRAPIANTO DI FEGATO NON COMPLICATO 60%

996.82 2 TRAPIANTO DI FEGATO COMPLICATO: LE COMPLICANZE DEL TRAPIANTO VANNOVALUTATE COME DESCRITTO NEI RELATIVI CAPITOLI. LA PERCENTUALE OTTENUTA VA CONSIDERATA INCONCORRENZA CON LA VALUTAZIONE DI BASE DEL TRAPIANTO DI FEGATO (classe 1) 61 -100%

579.00 1 CELIACHIA IN DIETA GLUTINO-PRIVA(Gluten-Free-Diet) 10%

579.00 2 CELIACHIA REFRATTARIA ALLA DIETAGLUTINO-PRIVA (Gluten-Free-Diet) IIICLASSE BMI 17,5-16  41 -50%

558.90 1 SINDROME DA MALASSORBIMENTOENTEROGENO DA PATOLOGIA PANCREATICA O INTESTINALE STENOTICA E/O INFIAMMATORIA E/O DARESEZIONE (I CLASSE BMI>18,5)11- 20%

558.90 2 SINDROME DA MALASSORBIMENTOENTEROGENO DA PATOLOGIA PANCREATICA O INTESTINALE STENOTICA E/O INFIAMMATORIA E/O DARESEZIONE (II CLASSE BMI 18,5-17,5)21- 40%

558.90 3 SINDROME DA MALASSORBIMENTOENTEROGENO DA PATOLOGIA PANCREATICA O INTESTINALE STENOTICA E/O INFIAMMATORIA E/O DARESEZIONE (III CLASSE BMI 17,5-16)41- 60%

558.90 4 SINDROME DA MALASSORBIMENTO ENTEROGENO DA PATOLOGIAPANCREATICA O INTESTINALE  STENOTICA E/O INFIAMMATORIA E/O DA RESEZIONE (IV CLASSE BMI < 16)61- 80%

558.90 1 MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHEINTESTINALI (MICI) (I CLASSE BMI>18,5 incontrollo terapeutico e non complicate)21- 40%

558.90 2 MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHEINTESTINALI (MICI) (II CLASSE BMI 18,5-17,5 e complicate da fistolizzazioni cutanee o entero-enteriche)41- 60%

558.90 3 MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHEINTESTINALI (MICI) (III CLASSE BMI 17,5-16 e complicate da fistolizzazioni entero-vescicali e/o entero-vaginali o stenosi con episodisubocclusivi o manifestazioni sistemicheimportanti, quali artriti e colangite sclerosante)61- 80%

558.90 4 MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHEINTESTINALI (MICI) (IV CLASSE BMI<16,complicate e resistenti alla terapia)81- 100%

996.89 1 TRAPIANTO DI INTESTINO NONCOMPLICATO 60%

996.89 2 TRAPIANTO DI INTESTINO COMPLICATO:LE COMPLICANZE VANNO VALUTATE COME DESCRITTO NEI RELATIVI CAPITOLI. LA PERCENTUALE OTTENUTAVA CONSIDERATA IN CONCORRENZA CONLA VALUTAZIONE DI BASE DEL TRAPIANTO DI INTESTINO (classe 1) 61- 100%

569.10 1 PROCIDENZA O PROLASSO DEL RETTO10%

569.60 ANO PRETERNATURALE ILIACO ASECONDA DELLE COMPLICANZE INFIAMMATORIE41- 60%

565.10 FISTOLA ANO-RETTALE 10 %

787.60 INCONTINENZA SFINTERE ANALE 50%

553.00 ERNIA INGUINALE, CRURALE,EPIGASTRICA, OMBELICALE, IPOGASTRICA NON COMPLICATA 10%

553.20 1 LAPAROCELE < 10 X 10 CM10%

553.20 2 LAPAROCELE > 10 X 10 CM11. 20%

INDICE