Funzione Tiroidea

Linee Guida AME/AACE Cliniche per la Patologia Modulare della Tiroide

 

cfr Endocrinologia   Tiroide, i noduli    Tiroide: linee guida AME/AACE    Agoaspirato

Tiroide ed approccio alla sua funzione

Il laboratorio

Vantazione della Funzione Tiroidea
La determinazione del TSH sierico è l'indagine di laboratorio più utile nella valutazione iniziale dei noduli tiroidei. Infatti, grazie alla elevata sensibilità della determinazione, è possibile evidenziare alterazioni estremamente sottili della funzione tiroidea. Se i livelli di TSH risultano al di fuori dei limiti della norma, il passo diagnostico successivo deve essere costituito dalla misurazione degli ormoni tiroidei liberi e degli anticorpi anti-tireoperossidasi (TPOAb), per confermare e meglio definire l'entità e il tipo di alterazione della funzione tiroidea.

 

 

 

Determinazione del TSH

I test di prima e seconda generazione per il TSH erano dotati di sensibilità inadeguata ad evidenziare le lievi alterazioni della funzione tiroidea (50). Al con­trario, i test in chemiluminescenza di terza generazione presentano una sensibilità molto alta (pari a 0.01 mU/L) ed il loro impiego nella pratica clinica consente una diagnosi estremamente affidabile di ipertiroidismo subclinico.
 

Ormoni Tiroidei Liberi

Se il TSH è compreso nei limiti della norma, la mi­surazione degli ormoni tiroidei liberi non aggiunge ulteriori significative informazioni. Al contrario, se i livelli di TSH sono bassi, la determinazione di FT4 e FT3 è necessaria per confermare e quantizzare la condizione di ipertiroidismo e per escludere i rari casi di ipotiroidismo centrale, caratterizzato da bassi livelli sia di TSH che di FT4. Per limitare l'uso inappropriato dei test di laboratorio, nella maggior parte dei casi i noduli tiroidei dovrebbero essere indagati sul piano funzionale utilizzando la seguente strategia:
- TSH nei limiti della norma: non vi è necessità di ulteriori test.
TSH elevato: dosare FT4 e TPOAb, per definire l'entità e la natura della condizione di ipotiroidismo. TSH basso: dosare FT4 e FT3, per definire l'entità dell'ipertiroidismo. [Considerare l'opportunità di determinare l'assetto autoanticorpale sierico per la definizione eziologica della condizione di ipertiroidismo] .

FUNZIONE TIROIDEQuadro autoanticorpale

I TPOAb dovrebbero essere determinati in tutti i pazienti con livelli elevati di TSH. L'associazione di positività anticorpale con il reperto di una tiroide diffusamente irregolare e/o ingrandita e di consistenza aumentata è fortemente indiziaria per una tiroidite au­toimmune o di Hashimoto. Occasionalmente, la tiroidite di Hashimoto può simulare alla palpazione il reperto di un nodulo tiroideo. L'utilità degli anticorpi anti-tireoglobulina (TgAb) è controversa. La determinazione dei TgAb dovrebbe essere riservata ai casi con reperti clinici ed ecografia suggestivi di tiroidite cronica linfocitaria che presentino livelli normali di TPOAb.

Determinazione della Tireoglobulina

I livelli di tireoglobulina sierica (Tg) si correlano con l'apporto iodico e con le dimensioni della tiroide piuttosto che con i caratteri morfologici delle lesioni tiroidee. Questa determinazione non aggiunge quindi informazioni significative agli altri test di laboratorio e non è raccomandata a fini dell'inquadramento diagnostico di routine dei noduli tiroidei. Il dosaggio della Tg dovrebbe quindi essere riservato ai soli pazienti in follow-up per tumore differenziato della tiroide.
 

Determinazione della Calcitonina e del calcio ematico


La calcitonina è un importante marcatore sierico del carcinoma midollare della tiroide (MTC) ed i suoi livelli si correlano significativamente con l'entità del tessuto neoplastico. La determinazione di routine della calcitonina è stata raccomandata nell'inqua­dramento dei pazienti con noduli tiroidei, ma il suo impiego di routine è ancora controverso. Il MTC è presente in meno dello 0.5% dei pazienti con patologia nodulare tiroidea, ed in studi su larga scala la prevalenza del MTC oscilla fra lo 0.4% e 1' 1.4% dei pazienti. Inoltre, il rischio di false positività non è trascurabile: livelli elevati di calcitonina possono essere presenti in corso di insufficienza renale o di patologie gastroenteriche trattate con inibitoli di pompa protonica .

indice