Porpora di Schönlein-Henoch, un caso

cfr  Trombocitopenia idiopatica
Piastrinopenia, segni
La CID

Il caso clinico. 

Un paziente anziano di anni 70 con storia di paraparesi flaccida giunge alla ns osservazione per una sintomatologia complessa caratterizzata da vomito e scariche di pseudo diarrea, manifestazioni petecchiali ed ecchimotiche come per una porpora anafilattoide. Inoltre alla regione inguinoscrotale ed al basso addome, poiche' il paziente e' portatore di handicap ed esegue la toilette intima per come puo', vivendo da solo, ogni tanto badato dai parenti, presenta delle lesioni escoriate al pene ed al prepuzio ed alle pieghe inguinali, che sanno di lesioni impetiginizzate per sovrapposizione batterica. Inoltre e' presente ematuria imponente. Queste lesioni regrediranno in seguito con opportuna terapia, mentre persistono per alcuni giorni le lesioni purpuree come dalle foto presentate.  Il paziente esegue una serie di indagini che ci creano ulteriore confusione: movimento dei globuli bianchi, riduzione della natriemia e della potassiemia ecc.


Pronto soccorso
Argomenti gastro-enterologia
Argomenti diabetologia
Argomenti cardiologia
Argomenti endo-crinologia

Urologia
Nefrologia

Aritmie

Terapia attuata per il caso in argomento

Nel frattempo la terapia che abbiamo attuato prevedeva l'impiego di trimeton e di cortisone oltre che ciprofloxacina. Il paziente, infine, durante la fase acuta della sua patologia, persistendo il vomito e la diarrea, era stato trattato in nutrizione parenterale totale con sacca nutrizionale. La diagnosi che avevamo effettuato e' stata di Porpora di Schonlein-Henoch.

Porpora di Schönlein-Henoch

DEFINIZIONE

La porpora di Schönlein-Henoch, nota anche con il termine di porpora anafilattoide, e' una ben definita vasculite sistemica che interessa i piccoli vasi, caratterizzata da porpora palpabile (localizzata prevalentemente a livello dei glutei e degli arti inferiori), artralgie, segni di impegno gastrointestinale e glomerulonefrite.

INCIDENZA E PREVALENZA

La malattia si osserva solitamente nei bambini (piu' frequentemente tra i 4 ed i 7 anni), ma puo' verificarsi anche nei neonati e negli adulti. Non e' una malattia rara: uno studio epidemiologico in un ospedale pediatrico ha rilevato un'incidenza di 5-24 casi per anno. La malattia sembra avere una variazione stagionale, con picco di incidenza in primavera.

FISIOPATOLOGIA E PATOGENESI

La porpora di Schonlein-Henoch sembra riconoscere una patogenesi da deposizione di immunocomplessi. Numerosi fattori sono stati implicati nella patogenesi: infezioni delle prime vie aeree, farmaci, alcuni alimenti, punture di insetto ed immunizzazioni. Gli anticorpi di classe IgA si riscontrano piu' frequentemente negli immuno-complessi e nelle biopsie renali di questi pazienti.

DATI CLINICI E DI LABORATORIO

Nel 50% dei pazienti pediatrici i sintomi d'esordio interessano la cute, l'intestino e le articolazioni. Negli adulti la malattia esordisce con manifestzioni cutanee nel 70% dei casi, mentre in meno del 20% dei pazienti si manifesta con sintomi intestinali o articolari. La tipica porpora palpabile si riscontra virtualmente in tutti i pazienti. Il coinvolgimento articolare si manifesta solitamente con artralgie in assenza di una vera artrite. L'interessamento gastrointestinale, che si osserva in circa il 70% dei bambini, e' caratterizzato da coliche addominali associate generalmente a nausea, vomito, diarrea o stipsi, con frequente emissione di feci mucosanguinolente; raramente puo' verificarsi una intussescezione intestinale. Il coinvolgimento renale e' usualmente caratterizzato da una modesta glomerulite responsabile di proteinuria ed ematuria microscopica, con cilindri eritrocitari nella maggior parte dei pazienti. In genere la nefropatia si risolve spontaneamente senza alcun trattamento e solo raramente puo' evolvere verso una glomerulonefrite rapidamente progressiva, che rappresenta la causa di morte piu' frequente nei pazienti con porpora di Schόnlein-Henoch. Sebbene alcuni studi abbiano rilevato che la nefropatia e' piu' grave nei pazienti adulti, questo dato non e' stato confermato da studi successivi. Tuttavia, negli adulti la nefropatia puo' avere un decorso piu' insidioso e richiede pertanto controlli piu' frequenti. Un interessamento cardiaco puo' verificarsi negli adulti, mentre e' raro nei bambini. Le analisi di laboratorio evidenziano generalmente una lieve leucocitosi, un normale numero di piastrine e, occasionalmente, eosinofilia. La complementemia e' normale e in meta' dei pazienti e' presente un incremento delle IgA.

TERAPIA

La prognosi della porpora di Scho'nlein-Henoch e' eccellente. Gran parte dei pazienti guarisce spontaneamente e talvolta non e' necessario intraprendere alcuna terapia. Il trattamento e' identico nei bambini e negli adulti. Nei I casi in cui si rende necessario il ricorso alla terapia steroidea, L'uso di prednisone alla dose di 1 mg/kg/die, con graduale riduzione della dose in funzione della risposta clinica, si e' dimostrato utile nella riduzione dell'edema, delle artralgie e dei ! dolori addominali. I glucocorticoidi tuttavia, non sembrano 1 essere efficaci nel trattamento della porpora e della nefropatia, ne' riducono la durata della malattia o il rischio di recidive. In base a segnalazioni aneddotiche, l'uso combinato del la plasmaferesi e di farmaci immunosoppressori sembra es sere efficace nel trattamento dei pazienti con glomerulonefrite rapidamente progressiva.

indice